GOT IT A CAMP

 Palermo – dal 2016

Il progetto GOT IT A CAMP nasce nell’estate del 2016 dall’esigenza di organizzare attività di intrattenimento ludico ricreative che potessero coinvolgere i bambini delle case famiglia e delle strutture di accoglienza, in particolare i minori stranieri non accompagnati sbarcati dalla Libia sulle coste siciliane.

Negli anni GOT IT A CAMP Palermo è cresciuto diventando uno “spazio confortevole” nel quale i bambini dai 5 ai 12 anni, possono usufruire, in modo continuativo – sia in estate che in inverno – di attività di gioco e di apprendimento. Ma non solo!  Il GOT IT A CAMP Palermo è diventato un punto di riferimento sia per i bambini, sollevati da situazioni di disagio, sia per i residenti del quartiere che hanno guadagnato un’isola felice..

Sono già 8 le strutture che si appoggiano oggi al GOT IT A CAMP, con oltre 70 bimbi coinvolti che hanno potuto godere di tutte le opportunità offerte dal progetto.

Ma, come sempre, la Gotita non ottiene questi risultati da sola. A Palermo i nostri partner sono i volontari e volenterosi soci della Cooperativa Sociale Parco Uditore. Questa cooperativa opera a Palermo dal 2010 in una delle periferie del capoluogo siculo maggiormente caratterizzate da disagio sociale ed economico e da elevata povertà educativa infantile. Con Parco Uditore, La Gotita condivide valori, spirito, immaginazione e gusto per il lavoro di squadra, determinante per far crescere il progetto.

Dopo la prima sperimentazione nell’agosto 2016, ci siamo resi conto di quanto il bisogno di attività ludico ricreative a favore di bambini ospiti in strutture per minori con particolari disagi sociali sia sempre crescente soprattutto nella fascia d’età 5/12.

Dal 2016 al 2018 il progetto ha aperto le porte di un Campus estivo a bambini e ragazzi ospiti in comunità alloggio per minori, dando loro la possibilità di vivere un’estate all’insegna del divertimento e dello svago al di fuori delle consuete mura delle rispettive strutture di accoglienza.

Ma è nel 2019 la vera svolta, quando riusciamo ad aprire anche la sede invernale che da continuità al progetto durante tutto l’anno, affiancando alle tradizionali attività ludiche anche attività di educazione ambientale, lettura ad alta voce per i più piccoli, laboratori incentrati sui diritti dei minori, apprendimento dell’inglese attraverso lo schema del teatro/gioco e interventi assistiti con gli animali come strumento di ausilio per migliorare il benessere dei bambini.